NEWS

Threadneedle Investments: da nuovo governo bassi rischi per Eurozona

di Adrian Hilton, Responsabile tassi e valute di Columbia Threadneedle Investments 24 Maggio 2018

I recenti sviluppi dello scenario politico italiano rappresentano inevitabilmente un rischio per gli attivi italiani e potenzialmente anche per l'Europa. Ma l’intera portata del danno sarà riscontrabile solo quando il fragile contratto tra gli alleati di coalizione di sinistra e di destra si convertirà in politica.


Nel caso in cui il nuovo governo si mobilitasse per garantire le sue varie promesse fiscali - tagli fiscali aggressivi, una flat-tax a doppia aliquota ed il reddito di cittadinanza - l'Italia si troverebbe a dover potenzialmente affrontare un marcato deterioramento della sua posizione fiscale, situazione che a sua volta accenderebbe l’ira sia delle autorità della zona euro sia delle agenzie di rating. Mentre il paese attualmente gode di un surplus primario, i mercati temono che l’ambizioso pacchetto proposto, che finora non porta indicazioni sulle fonti di finanziamento, possa erodere rapidamente tale cuscinetto, mettendo a repentaglio la stabilità del rapporto debito / PIL.

 

Al di là dell'incertezza fiscale, i mercati si sono spaventati per alcune delle proposte più allettanti della coalizione, come ad esempio la cancellazione di parte del debito italiano e l'emissione di passività governative trasferibili a breve termine (viste da alcuni come una valuta parallela). Mentre la proposta di cancellazione del debito è stata abbandonata, i mercati penalizzano questo approccio poco ortodosso aumentando il premio richiesto per mantenere il debito italiano.


Un'altra fonte di nervosismo è data dal fatto che la terza economia della zona euro potrebbe presto finire nelle mani di partiti ostili ad una permanenza dell’Italia nella moneta unica, e che sembrano avviati in rotta di collisione con Bruxelles: i prezzi degli attivi europei rimangono infatti molto sensibili a qualsiasi aumento del rischio di una rottura.


Nel nostro posizionamento obbligazionario, sull’Italia rimaniamo neutrali. Il recente aumento dello Spread è comprensibile e probabilmente continuerà ad aumentare fino a quando la politica non diventerà più ortodossa e prevedibile. Ma l'Italia beneficia di una migliore situazione finanziaria corrente e di una molto minore partecipazione estera al proprio debito pubblico, il che la rende meno vulnerabile alla fuga di capitali rispetto alla crisi del 2012. Rimaniamo comunque meno convinti - per il momento - che esista un rischio esistenziale per l’Eurozona stessa, soprattutto nel momento in cui i controlli costituzionali impedirebbero un'uscita italiana dall’Euro anche se l'opinione pubblica ne fosse favorevole.

MAPPA
COMMENTI
STESSA CATEGORIA
20 Settembre 2018  |   di Norman Villamin, Chief Investment Officer (CIO) Private Banking and Head of Asset Allocation, di Union Bancaire Privée - UBP

Ubp: I due potenziali scenari della guerra commerciale

L'annuncio da parte degli Stati Uniti di tariffe del 10% su ulteriori 200 miliardi di dollari in esportazioni cinesi negli

20 Settembre 2018  |   di Jeroen Van Oerle e Patrick Lemmens, Portfolio Managers della strategia Global FinTech Equities di Robeco

Robeco: le sette marce del fintech

Il fintech è stato oggetto di grandi cambiamenti negli ultimi anni. Nato come una nuova tecnologia di pagamento, si è trasformato

 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes   0.3140 100,418,202 0.237
Beni Stabili   0.7730 1,754,395,237 2.394
Brioschi   0.0694 54,663,940 0.002
Coima Res   7.7800 280,134,460 0.072
Dea Capital   1.2800 392,463,488 0.358
Gabetti   0.2780 16,308,150 0.029
Hi Real   0.0291 2,114,861 0.000
Igd   6.8520 756,062,719 0.748
Italcementi   10.5800 3,695,283,794 0.000
Mutuionline   17.7600 710,400,000 0.539
Nova Re   4.8990 50,842,679 0.013
Prelios   0.1162 158,506,911 0.000
Risanamento   0.0248 44,660,937 0.013
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
  1,486.0000 154,358 0.022
  990.0000 84,004,470 0.079
  905.0000 60,344,495 0.082
  265.0000 138,202,800 0.017
  12.8000 7,680,038 0.012
  49.4000 13,262,616 0.000
  466.5000 56,913,000 0.000
  84.9500 178,847,189 0.000
  431.8000 48,965,256 0.000
  86.3000 125,560,200 0.036
  410.0000 23,124,000 0.000
  24.8500 1,528,374 0.000
  4.1370 0 0.009
  38.0000 2,614,400 0.001
  1,141.2000 0 0.017
  560.0000 72,240,000 0.054
  308.0000 18,480,000 0.001
  264.5500 0 0.036
  56.8000 36,726,312 0.000
  731.0000 116,960,000 0.042
  600.2000 18,516,170 0.002
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 500+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE