NEWS

Mercati, occhio alla liquidità

di Luigi dell’Olio, Monitorimmobiliare 14 Luglio 2018

Il calo degli scambi è una delle poche certezze che caratterizza il periodo delle ferie, con una ricaduta diretta che è l’aumento della volatilità. Uno scenario che questa volta potrebbe presentarsi in maniera ancora più accentuata, considerato che le fluttuazioni sono la norma negli ultimi mesi.

 

Ma qual è lo scenario macro dopo le recenti correzioni? “Dopo le turbolenze di maggio e giugno, la fase luglio/inizio agosto potrebbe rappresentare una temporanea fase di stabilizzazione che potrebbe comportare il rientro di parte dei movimenti visti in precedenza”, scrive in un report sul tema  Antonio Cesarano, chief global strategist di Intermonte Advisory e Gestione. “L’attesa è per un ritorno dell’euro in area 1,19, a fronte di rialzo dei tassi sulla parte a lungo termine soprattutto del comparto tedesco. Nel frattempo il petrolio progressivamente potrebbe ridimensionarsi nel corso dell’estate dopo il picco del Wti in prossimità dei 75$/b”. Secondo l’esperto, si potrebbe trattare di una fase di stabilizzazione temporanea, in vista della ripresa dei principali trend primari (“Apprezzamento dollaro, calo tassi core in modo particolare Treasury, appiattimento curva USA e petrolio forte”) in autunno.

 

Dunque, se non proprio a breve, le preoccupazioni rimangono. Come conferma Yishan Cao, credit research analyst di Pimco. “La questione delle tariffe statunitensi e delle tensioni commerciali è stata al centro delle discussioni nei mesi scorsi. In risposta a tariffe mirate nei confronti della Cina, all’inizio di giugno Pechino ha a sua volta applicato proprie tariffe sui beni statunitensi”. Secondo l’esperta, nel breve periodo non dovrebbe esserci un impatto significativo sui fondamentali del credito. Tuttavia, aggiunge, nelle prossime settimane gli Stati Uniti imporranno una tariffa del 25% su altri beni cinesi per un valore di 16 miliardi di dollari. Sarà difficile farlo senza influenzare anche i rivenditori e i consumatori americani. Anche le attività legate al settore tecnologico potrebbero subire degli effetti, poiché coinvolte in complesse catene di fornitura”.

 

Per quanto riguarda le implicazioni sugli investimenti, secondo Cao, nel lungo periodo il governo statunitense impedirà l’acquisizione o l’accesso alle società e alle tecnologie americane per la Cina e le prospettive di crescita potrebbero subire un danneggiamento. Insomma, è il momento di tenere le cinture allacciate.



Questo articolo è presente su REview di questa settimana. Leggi gratuitamente il numero completo!

MAPPA
COMMENTI
STESSA CATEGORIA
19 Ottobre 2018  |   di Andrea Ghidoni, ad e dg di UBI Pramerica SGR e Andrea Sanguinetto, vice dg di UBI Pramerica SGR

UBI Pramerica: risparmio gestito, trend in crescita in Italia

L’industria e UBI Pramerica L’industria del risparmio gestito in Italia mostra un trend di crescita che, seppur non

 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
Aedes -4.24 0.2145 68,597,784 0.185
Beni Stabili -0.74 0.7370 1,672,689,896 1.084
Brioschi -0.68 0.0586 46,157,160 0.063
Coima Res -0.26 7.5800 272,933,060 0.140
Dea Capital -0.78 1.2780 391,850,264 0.284
Gabetti Holding -2.21 0.2210 12,964,392 0.009
Hi Real -3.00 0.0291 2,114,861 0.000
Igd 0.08 5.8950 650,465,518 0.587
Italcementi 0.00 10.5800 3,695,283,794 0.000
Mutuionline -0.40 15.0200 600,800,000 0.581
Nova Re 4.30 4.5475 47,194,751 0.032
Prelios 0.00 0.1154 157,415,641 0.000
Risanamento 1.31 0.0232 41,779,586 0.132
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
0.13 1,419.0000 147,399 0.028
0.05 915.0000 77,640,495 0.039
-0.01 833.0000 55,543,607 0.019
-2.71 251.1000 130,953,672 0.010
-1.90 15.5000 9,300,047 0.005
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
-0.30 81.9500 119,231,268 0.010
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
0.00 3.5570 0 0.000
0.81 37.5000 2,580,000 0.000
2.79 1,099.8000 0 0.074
1.35 510.0000 65,790,000 0.022
0.00 304.0000 18,240,000 0.000
1.56 260.0000 0 0.004
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
1.38 691.6000 110,656,000 0.030
0.00 620.1000 19,130,085 0.010
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 500+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE