NEWS

Le imprese hanno bisogno di credito (Report)

di red 3 Giugno 2020

Dalle elaborazioni effettuate sulla banca dati di EURISC - il Sistema di Informazioni Creditizie gestito da CRIF – emergono chiari segnali della voglia di ripartire da parte delle imprese italiane. Nello specifico il numero delle richieste di credito presentate nelle ultime settimane rispetto a quella compresa tra il 9 e il 15 marzo, quando sono entrate in vigore le misure di lockdown per contenere la diffusione della pandemia, hanno fatto registrare una violenta impennata, con un +290% in quella compresa tra il 27 aprile e il 3 maggio e rispettivamente un +247% e un +249% nelle due successive.

 

Del resto, da una recente analisi condotta da CRIF Ratings è emerso che il 37% delle imprese si sta trovando ad affrontare questa fase di emergenza partendo da situazioni di liquidità già delicate, mentre un ulteriore 7% non ha particolari margini di manovra, determinando un fabbisogno di liquidità pari a 60 miliardi di Euro, di cui solo 15 miliardi potranno essere coperti dai flussi di cassa a fronte di 45 miliardi che dovranno arrivare dal mercato bancario e/o dei capitali.

 

Prendendo come valore di riferimento (100%) la settimana compresa tra il 9 e il 15 marzo scorso, che ancora beneficiava delle istruttorie imbastite nelle settimane precedenti il lockdown, la debolezza delle richieste è perdurata ininterrottamente da metà marzo a metà aprile, con il picco negativo registrato nella settimana compresa tra il 13 e il 19 aprile, quando i volumi si sono attestati ial 70% di quelli pre-lockdown. Dalla settimana successiva è iniziato un percorso di deciso recupero, seppur con intensità differenti a seconda delle diverse forme tecniche considerate nell’analisi di CRIF.

 

Tornando all’analisi sull’andamento delle richieste di credito presentate dalle imprese italiane nelle ultime 10 settimane, dal grafico seguente si evince chiaramente come nelle prime settimane a seguito del blocco del Paese si sia registrata una frenata, più o meno accentuata a seconda delle diverse forme tecniche considerate, cui è seguita una sostanziale stabilizzazione dei volumi per alcune settimane, con le imprese che hanno adottato un atteggiamento prudente in attesa anche di più chiare disposizioni da parte del Governo sulle iniziative disposte per favorire la ripresa. A partire dalla settimana del 20 aprile, però, si registra una brusca inversione di tendenza che porta a un’impennata delle richieste presentate agli istituti di credito, con volumi ben al di sopra di quelli pre-lockdown.

La dinamica registrata non è però omogenea e mostra accentuazioni differenti sia per quanto riguarda l’entità sia la velocità di recupero.

 

Scarica il Report

MAPPA
COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
00199843 -6.67 2.8000 203,491,761 0.000
Aedes 0.37 0.8120 26,008,639 0.031
Brioschi -1.06 0.0750 59,074,863 0.010
Coima Res -0.94 6.3200 228,193,447 0.074
Covivio -3.24 65.6000 6,198,416,211 0.043
Dea Capital -2.06 1.2380 330,065,780 0.368
Gabetti -0.60 0.3320 19,719,340 0.035
Heidelberg Cement -0.12 48.8600 9,694,629,066 0.014
Igd 0.43 3.5200 388,403,499 0.426
Mutuionline -0.73 19.0600 762,400,000 0.255
Nova Re 4.69 2.6800 29,513,645 0.026
Restart -1.08 0.5490 17,571,120 0.004
Risanamento -0.82 0.0606 109,131,161 0.060
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
0.00 920.0000 95,565,000 0.006
0.87 709.2000 60,177,748 0.627
-0.24 743.2000 49,555,833 0.141
-0.47 223.9500 116,794,404 0.021
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
0.47 63.5000 92,387,865 0.003
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
0.29 3.6815 0 0.015
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
-2.14 1,145.2000 0 0.032
2.20 30.6700 3,956,430 0.001
0.30 47.2000 2,832,000 0.012
0.00 180.2000 0 0.044
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
1.62 122.9600 19,673,600 0.022
0.00 574.2000 17,714,070 0.000
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 500+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE