NEWS

Eurozona, prospettive di recessione e inversione curva dei tassi

di Marco Oprandi, Head of Cross Asset Solutions, Cirdan Capital 15 Novembre 2022

Se il 2022 ha segnato la fine della politica dei tassi di interesse negativi e dell'espansione del bilancio della BCE, la sfida del 2023 per i mercati europei sarà quella di affrontare i segnali contrastanti dell’inflazione e della crescita economica. Rimarranno al centro dell’attenzione il controllo sull’inflazione e quello sull’efficacia delle politiche attuate per il suo contenimento.

 

Nel 2022 è stata interamente ribaltata la politica della BCE, che rimasta inalterata dal periodo successivo alla crisi finanziaria del 2008 e che prevedeva, oltre ai bassi tassi d’interessi o negativi in risposta alla bassa crescita economica, un bilancio in continua espansione e una riduzione per l’emissione dei titoli di stato tedeschi per via dell’impegno alle misure di austerity. Per proteggere i consumatori dalle conseguenze della crisi energetica e dall’inflazione che ne deriva, la banca centrale ha invece incentivato le nuove emissioni di titoli di stato mettendo in atto come misure primarie una politica aggressiva per il rialzo dei tassi insieme alla già anticipata intenzione di procedere con la manovra del QT (quantitive tightening o inasprimento quantitativo) così da ridurre il proprio bilancio. Entrambi i processi si presentano non privi di rischi e saranno per questo implementati in maniera graduale, scalzando il principale motore tecnico dei tassi strutturalmente bassi nell'eurozona.

 

L'inflazione persistente, e quindi l'incertezza sull'andamento dei tassi ufficiali, dovrebbe impedire che nel 2023 i tassi iniziali scendano molto al di sotto dei livelli del 2022. Prevediamo un’inversione della curva dei tassi con un rialzo complessivo del 2,25%. Stimiamo inoltre che, in caso di peggioramento della recessione sull’eurozona, il calo nel rendimento dei treasury bond possa portare i rendimenti dei bund al 2% e dei tassi swap sull’euro a 10 anni sul 2,5%, per tornare poi ad un rendimento intorno al 3% nel 2024.

MAPPA
COMMENTI
 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
00199843   2.8000 203,491,761 0.000
Abitare In   6.1200 162,368,569 0.010
Aedes   0.2875 75,714,772 0.150
Borgosesia   0.6940 33,116,080 0.001
Brioschi   0.0752 59,232,396 0.005
Covivio   56.9000 5,381,572,469 0.002
Dea Capital   1.4740 392,986,235 2.206
G Rent   1.9000 11,566,250 0.000
Gabetti   1.1300 68,179,190 0.015
Heidelberg Cement   51.8800 10,017,607,772 0.000
Homizy   4.4800 45,666,132 0.000
Igd   3.3200 366,335,118 0.582
Mutuionline   26.9200 1,076,800,000 0.035
Next Re   3.6000 39,646,994 0.000
Restart   0.3350 10,723,222 0.001
Risanamento   0.1196 215,380,970 0.003
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
  528.0000 54,846,000 0.005
  17.3800 1,474,745 0.011
  302.3500 20,160,396 0.046
  159.7200 83,297,174 0.015
  50.0000 13,423,700 0.000
  466.5000 56,913,000 0.000
  84.8000 178,531,390 0.000
  467.0000 52,956,866 0.000
  23.2500 33,827,053 0.011
  410.0000 23,124,000 0.000
  24.8500 1,528,374 0.000
  3.0065 0 0.000
  36.1050 2,484,024 0.000
  1,075.0000 0 0.036
  37.8750 4,885,875 0.092
  47.2000 2,832,000 0.012
  202.1500 0 0.000
  58.6500 37,922,504 0.000
  25.0100 4,001,600 0.061
  337.4000 10,408,790 0.000
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 500+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE