NEWS

Assogestioni: PIR, chiarimenti dall’Agenzia delle entrate (Report)

di red 30 Dicembre 2021

L’Agenzia delle entrate con la circolare n. 19/E del 29 dicembre 2021 ha fornito chiarimenti sulle modifiche apportate alla normativa in materia di piani di risparmio a lungo termine dal decreto legge 26 ottobre 2019, n. 124 e dal decreto Rilancio, nonché in merito al credito d’imposta introdotto dalla legge di bilancio 2021.

 

L’obiettivo di aumentare l’efficacia della disciplina fiscale diretta a favorire la canalizzazione del risparmio delle famiglie verso gli strumenti finanziari di imprese industriali e commerciali, italiane ed europee, radicate sul territorio italiano è perseguito fornendo delucidazioni principalmente su tre aspetti: investimenti oggetto dei PIR, OICR PIR compliant e credito d’imposta per i PIR alternativi.

 

Investimenti oggetto del PIR

 

Con riguardo agli investimenti diretti è stata, in primo luogo, confermata l’impostazione della bozza di circolare che teneva conto della linea interpretativa proposta da Assogestioni, in merito alla possibilità di includere tra gli investimenti qualificati di un PIR ordinario tutte le quote di partecipazione in piccole e medie imprese costituite in forma di società a responsabilità limitata che siano offerte al pubblico, anche attraverso piattaforme di crowdfunding. Inoltre, viene confermata la possibilità di includere nell’investimento qualificato dei PIR alternativi le quote di SRL in generale, quindi, anche quelle non offerte al pubblico.

 

Per quanto concerne gli investimenti qualificati effettuati indirettamente tramite veicoli, l’Agenzia delle entrate ha fornito ulteriori precisazioni in merito alle caratteristiche che i medesimi veicoli devono possedere. In particolare, deve trattarsi di veicoli aventi natura partecipativa ed essere istituiti in Stati UE o SEE che consentono un adeguato scambio di informazioni. Inoltre, diversamente dagli orientamenti iniziali, l’Agenzia delle entrate ha condiviso la proposta dell’Associazione di non richiedere, quale ulteriore condizione, la presenza di una stabile organizzazione in Italia del veicolo estero.

 

OICR PIR compliant

 

Per gli OICR PIR alternativi costituiti nella forma chiusa viene chiarito dall’Agenzia dell’entrate che il momento rilevante ai fini della decorrenza dell’holding period, come sottolineato da Assogestioni, sia quello dell’assegnazione delle quote o azioni dell’OICR.

 

Sono stati forniti, inoltre, chiarimenti sulla modalità di calcolo del plafond annuo nel caso di FIA chiusi non riservati laddove l’importo sottoscritto, versato in un’unica soluzione, sia superiore a 300mila euro. È stato confermato che, al conferimento nel piano delle quote o azioni dei FIA eccedenti il plafond annuale ed effettuato negli anni successivi al versamento iniziale, non si applica il comma 101 dell’art. 1, della legge di bilancio 2017. In altri termini, la fattispecie non è considerata cessione a titolo oneroso ai fini fiscali.

 

Il credito d’imposta per i PIR alternativi

 

Sul punto è stato innanzitutto chiarito che il credito d’imposta derivante da eventuali perdite seguenti alla cessione a titolo oneroso di strumenti finanziari detenuti nell’ambito di un PIR alternativo è utilizzabile in compensazione anche con altre imposte diverse dall’IRPEF e con i contributi eventualmente dovuti dall’investitore, e che l’investitore può in alternativa mantenere il regime di deducibilità delle minusvalenze.

 

Scarica il Report

MAPPA
COMMENTI
STESSA CATEGORIA
10 Gennaio 2022  |   di Carola van Lamoen, Head of Sustainable Investing di Robeco e Peter van der Werf, Senior Manager for Engagement di Robeco

Robeco: Proteggere il pianeta è il principale tema di engagement 2022

Preservare le risorse naturali nel contesto dell’azzeramento delle emissioni nette è il primo dei quattro nuovi temi di

3 Gennaio 2022  |   di Johanna Kyrklund, Chief Investment Officer & Global Head of Multi-Asset Investment, Schroders

Multi Asset: non è tempo di grandi scommesse

Le previsioni 2022 per i mercati sono positive, ma le performance saranno più modeste e i rischi aumenteranno poiché le

 
ULTIME NOTIZIE
QUOTAZIONI
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
00199843 -6.67 2.8000 203,491,761 0.000
Aedes -2.79 0.1740 45,823,897 0.130
Brioschi -5.84 0.0870 68,526,842 0.040
Coima Res -2.87 7.1000 256,356,562 0.214
Covivio -2.92 73.1200 6,915,651,651 0.161
Dea Capital -1.82 1.2960 345,529,282 0.386
Gabetti Holding -8.02 1.8120 109,328,046 0.551
Heidelberg Cement -3.90 60.2000 11,944,671,915 0.008
Igd -4.22 3.9700 438,057,355 2.499
Mutuionline -3.96 42.4000 1,696,000,000 3.888
Next Re -1.13 3.5000 38,545,689 0.014
Restart 2.00 0.3570 11,427,348 0.009
Risanamento -2.40 0.1222 220,063,165 0.769
Powered by Traderlink
VAR, %QUOT. €CAPITALIZ. €SCAMBI €
-1.81 655.0000 68,038,125 0.014
0.00 17.3800 1,474,745 0.011
-0.19 637.4000 42,501,195 0.137
-2.61 185.0000 96,481,200 0.027
0.00 50.0000 13,423,700 0.000
-0.11 466.5000 56,913,000 0.000
0.00 84.8000 178,531,390 0.000
0.00 467.0000 52,956,866 0.000
-0.97 73.7000 107,228,120 0.040
1.08 410.0000 23,124,000 0.000
1.47 24.8500 1,528,374 0.000
0.00 3.4255 0 0.003
0.00 36.1050 2,484,024 0.000
-0.68 1,201.2000 0 0.010
2.23 37.8750 4,885,875 0.092
0.30 47.2000 2,832,000 0.012
-3.98 190.0000 0 0.013
0.00 58.6500 37,922,504 0.000
0.60 25.0100 4,001,600 0.061
0.00 308.1500 9,506,428 0.000
Powered by Traderlink
NEWSLETTER

Registrati gratis per rimanere aggiornato

Iscriviti ora
La tua richiesta è andata a buon fine. Riceverai la newsletter con le nostre notizie più interessanti.
Ci sono stati problemi nell'ivio della richiesta. Prova nuovamente o inviaci una mail a info@monitorimmobiliare.it
TWITTER
SOCIAL
Subscribe to RSS followers 3.117 Fan 141.901 visualizzazioni 30.416 visualizzazioni 500+ collegamenti
EVENTI REAL ESTATE